Dolci di scarto

I dolci di scarto si generano durante la produzione di dolciumi. I dolci di scarto si ottengono dal passaggio da un lotto a un altro (miscelazione interna), da prodotti fuori specifica (dolciumi) o per cattivo imballaggio a causa di apparecchiature difettose (ad es. malfunzionamento delle macchine per l’imballaggio).

I tipici contaminanti che devono essere rimossi nel processo di recupero dei dolci di scarto, sono il colore, il gusto e l’odore. La maggior parte degli additivi sono in genere ben noti ai produttori.

L’utilizzo del carbone attivo per la depurazione dei dolci di scarto è diventato un processo standard nella fase di recupero della produzione di dolci. Un tipico processo di recupero comprende:

Dolci di scarto

Disciolti nell’acqua calda per produrre una soluzione di 40 – 50 BRIX

Modifica del pH da 5,0 a 6,0

Filtro per rimuovere l’imballaggio

Resine per rimuovere il colore

Carboni attivi per rimuovere gli esteri (odore e colore)

Evaporatore sotto vuoto fino a 90°C

I carboni attivi in polvere vengono spesso utilizzati nel processo di recupero dei dolci di scarto, ma anche il carbone attivo granulare (GAC) viene impiegato nei filtri mobili per il recupero dello zucchero dai dolci di scarto e per ottenere un prodotto riutilizzabile.

Il passaggio dal carbone attivo in polvere a quello granulare comporta diversi vantaggi per l’utente:

  • Una riduzione del consumo di carbone attivo (carbone attivo granulare – GAC) corrisponde generalmente al 30% in meno del consumo di carbone attivo in polvere (PAC)
    • Il carico del carbone attivo granulare (GAC) è maggiore
  • Nessun sovradosaggio di carbone attivo da parte degli operatori al fine di evitare prodotti specifici di scarto
    • Il carbone attivo granulare (GAC) si presta meglio alle fluttuazioni di processo
  • Perdite minori di prodotto (dolci):
    • Il processo di eliminazione dello zucchero tramite il carbone attivo granulare (GAC) è più efficiente rispetto a quello con il carbone attivo in polvere (PAC).
    • Un consumo inferiore di carbone si traduce in un volume minore di zucchero da eliminare.
  • Sostenibilità:
    • Il carbone attivo granulare (GAC) può essere riciclato mediante riattivazione termica
    • La riattivazione determina oltre cinque volte in meno di emissioni di CO₂ rispetto alla produzione di carbone attivo vergine
    • Un consumo minore di carbone attivo granulare (GAC) determina, in fase di produzione, emissioni inferiori di CO₂ rispetto al carbone attivo in polvere (PAC)
  • Costi di gestione inferiori
  • Costi di manutenzione inferiori

DOLCI DI SCARTO: FILTRI MOBILI

AquaFlow Filters

AquaFlow™

Gli adsorbitori mobili AquaFlow™ V2 sono progettati e costruiti per essere utilizzati nel processo di recupero dei dolci di scarto. L’unità di filtraggio, dotata di un contenitore per il trasporto e un sistema di adsorbimento, viene fornita con un mezzo adsorbente selezionato per garantire risultati di depurazione economicamente vantaggiosi. Il carbone attivo granulare arriva all’interno di un contenitore chiuso pronto all’uso, così che gli operatori dell’impianto non vengano a contatto con il prodotto vergine o saturato.

DOLCI DI SCARTO: SOLUZIONI

EcoFlow™ filters

Attrezzature ausiliarie e ulteriori servizi

Oltre ai filtri mobili e ai diversi mezzi, Jacobi Services offre anche vari articoli di attrezzature ausiliarie e ulteriori servizi, tra cui:

Una serie di rivestimenti isolanti rimovibili con tracciamento elettrico del calore per mantenere la temperatura e proteggere gli operatori quando si utilizzano i filtri mobili AquaFlow™ a una temperatura più alta.

Test isotermici effettuati insieme all’utente per confrontare il carbone attivo in polvere con quello granulare.

Reactivation

Servizi di riciclaggio, recupero energetico o smaltimento

Jacobi Services offre la riattivazione personalizzata di ReSorb™ Solo in cui lo stoccaggio del carbone esausto, la riattivazione e il condizionamento del carbone riattivato di un cliente sono rigorosamente separati da altri clienti al fine di garantire che a ciascuno venga restituito il proprio carbone attivo.

Jacobi Services offre anche il ritiro del carbone esausto e la fornitura di carbone vergine qualora il volume annuo di carbone attivo esausto sia troppo basso per una riattivazione personalizzata.

DOLCI DI SCARTO: PRODOTTI

ColorSorb™

ColorSorb™ H620

ColorSorb™ H620 è un carbone attivo granulare di elevata purezza, efficace per la decolorizzazione di un’ampia gamma di liquidi, tra cui i prodotti alimentari e i flussi di processo industriale. L’alta mesoporosità permette anche una rimozione efficiente dei corpi cromatici e delle molecole organiche complesse, fornendo un’eccellente capacità adsorbente. Un’importante caratteristica di questo materiale consiste nel processo di lavaggio supplementare durante la produzione per ridurre il livello di sostanze inorganiche solubili che possono causare problemi nelle appicazioni del trattamento con sostanze acide. Il prodotto soddisfa i requisiti del Food Chemical Codex. Questo prodotto, inoltre, può essere riciclato tramite la riattivazione termica, un metodo rispettoso dell’ambiente che contribuisce a ridurre le emissioni di CO₂ nell’atmosfera e all’uso sostenibile delle risorse del mondo.

ColorSorb™

ColorSorb™ HP-120A

ColorSorb™ HP-120A è un carbone attivo in polvere di elevata purezza, efficace per la decolorizzazione di un’ampia gamma di liquidi leggermente scoloriti, tra cui i prodotti alimentari e i flussi di processo industriale in cui è necessario un trattamento con pH neutro. Questa serie di carboni attivi ha una struttura prevalentemente macroporosa adatta per una diffusione e un adsorbimento efficienti di sostanze organiche ad alto peso molecolare nella fase liquida delle applicazioni di decolorizzazione. Il prodotto viene sottoposto a un rigoroso processo di lavaggio durante la produzione per ottenere un adsorbente con un pH superficiale che abbia il minimo effetto sul liquido da trattare. La distribuzione granulometrica in polvere di ColorSorb™ HP-120A viene controllata con cura per garantire cinetiche di adsorbimento efficienti e mantenere caratteristiche di filtrabilità elevate. Il prodotto soddisfa le richieste del Food Chemical Codex.

DOLCI DI SCARTO: RESINE A SCAMBIO IONICO

resins

Resinex™ AD series

Diversi adsorbitori sintetici Several Resinex™ AD possono essere utilizzati per la decolorizzazione di prodotti alimentari insieme con il carbone attivo. Gli adsorbitori sintetici sono polimeri porosi non funzionalizzati con una matrice stirenica o acrilica. Uno dei maggiori interessi degli adsorbitori sintetici è che le sostanze adsorbite possono essere eluite facilmente dalla matrice utilizzando un solvente acido, caustico o organico. La resina è poi pronta per un nuovo ciclo operativo. Gli adsorbitori Resinex più comuni per il processo alimentare sono Resinex™ AD-3008, AD-3004 e AD-3300.

resins

Resinex™ TPS

I prodotti Resinex™ TPS a forte base anionica possono essere utilizzati per rimuovere il colore nel settore alimentare, tra cui: lo zucchero di canna e lo zucchero liquido. La natura chimica della matrice e della porosità sono differenti a seconda del livello di colore che deve essere rimosso. Si consiglia Resinex™ TPS-2207 per le bevande alcoliche come previsto dai parametri sotto il 200 ICUMSA, Resinex™ TPS-2300 o Resinex™ TPS-2308 per le bevande come previsto dai paramatri tra 200 e 800 ICUMSA, mentre Resinex™ TPS-2400 per i parametri oltre 800 ICUMSA. Le resine vengono rigenerate tramite acqua salata caustica o una soluzione di saccarosio contenente l’idrossido di calcio e sali clorurati per minimizzare i rigeneranti dei rifiuti.

CONTATTO

Compilate il breve modulo sottostante e il nostro team vi contatterà.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.